Contachilometri auto: come controllare se è stato manomesso

 
 
L'Autorità garante della concorrenza e del mercato ha da sempre adottato provvedimenti contro coloro che provvedevano a falsificare l'effettiva percorrenza chilometrica dell'automobile prima della vendita della stessa. Ebbene, l'Antitrust ricorda ai propri consumatori che, dopo il controllo tecnico periodico  sui veicoli ad uso privato quattro anni dopo l'immatricolazione e successivamente ogni due anni,  viene rilasciato un attestato che certifica anche l'effettiva percorrenza chilometrica dell'autovettura revisionata.
 
Dal 2018 quindi, tali informazioni dovranno essere trasmesse per via elettronica al Centro elaborazione dati del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti (MIT). Pertanto, prima di comprare un autovettura è bene che i potenziali acquirenti, per verificare l'effettivo chilometraggio, possono richiedere l'esibizione del certificato relativo all'ultima revisione oppure verificare sul sito internet del Ministero inserendo la targa dell'auto che si desidera acquistare.  
 
Pubblicato il 22/06/2019   Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto, noi compriamo auto, rottamare, rottamazione, usata, chilometrata, veicoli, macchina

Stampa Email

Multe: vanno annullate se segnaletica ZTL è poco visibile

 

Il Giudice di Pace di Brindisi con sentenza n. 2013/2018 ha annullato i verbali notificati a un automobilista che per due mesi aveva transitato in una zona a traffico limitato della città per esigenze lavorative. Il conducente dell'autovettura lamentava l'inidoneità dei cartelli stradali posti ai varchi delle ztl.

In materia di segnaletica stradale, infatti, la legge stabilisce che la segnaletica dovrà essere sempre idonea per dimensionamento, visibilità, leggibilità e posizionamento e che anche la violazione di uno di questi parametri potrà provocare l'illegittimità dell'accertamento. Il giudice, pertanto, ha stabilito che l'automobilista è stato illegittimamente multato a causa di segnaletica illeggibile, perché posta dopo una curva rendendo, di conseguenza, "impossibile, la percezione del divieto da parte dell'utente".

Pertanto, i verbali illegittimi vengono tutti annullati e l'automobilista esonerato da ogni responsabilità con la contestuale condanna al Comune al pagamento delle spese di lite nei confronti del conducente.

Pubblicato il 11/06/2019   Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto, noi compriamo auto, rottamare, rottamazione, usata, chilometrata, veicoli, macchina

Stampa Email

Multe: No spese di notifica se invio viene effettuato tramite Posta elettronica certificata (PEC)

In seguito a decreto interministeriale del 2017, è stata prevista una nuova forma di notificazione alternativa alla “busta verde” ossia la notifica tramite pec. Attraverso tale sistema, infatti, verranno “eliminate” le spese di notifica permettendo all’automobilista di pagare solo la sanzione amministrativa.

La notificazione via pec è diventata obbligatoria qualora il conducente abbia fornito ai vigili il proprio indirizzo al momento della contestazione nonché qualora il conducente sia un soggetto obbligato a dotarsi di tale indirizzo (come ad es. i soggetti tenuti all’iscrizione in albi ed elenchi come gli avvocati o dipendenti presso le pubbliche amministrazioni).

L’organo di polizia dovrà pertanto notificare il verbale entro 90 giorni dall’accertamento della violazione: il verbale si considera spedito al momento della “ricevuta di accettazione” per il mittente e contestualmente si considera notificato al momento della “ricevuta di consegna” per il destinatario. Soltanto da tale data quindi decorrono i termini per effettuare il pagamento o azionare eventuali ricorsi, non avendo alcuna rilevanza la circostanza per cui il destinatario non abbia aperto la casella di posta e non abbia avuto tempestiva conoscenza della notifica del verbale.

Pubblicato il 01/06/2019   Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto, noi compriamo auto, rottamare, rottamazione, usata, chilometrata, veicoli, macchina

Stampa Email

Multe: dalla sanzione amministrativa devono essere escluse le spese di notifica

Il Giudice di pace di Milano, con sentenza n. 3753/2017 ha emesso un’importante decisione in tema di multe per violazione del codice della strada prevedendo, in particolare, che le spese di notifica non devono ritenersi parte integrante della sanzione amministrativa.

Il Giudice, pertanto, ha dato ragione all’automobilista il quale aveva ricevuto una multa in seguito all’accesso in zona riservata ai soli residenti. L’automobilista pagava quindi la multa entro i 5 giorni, consentendogli di beneficiare dello sconto del 30% sulla sanzione in misura intera, omettendo però di pagare le spese di notifica. A distanza di quasi due anni, all’automobilista veniva recapitato un “avviso bonario di pagamento” con il quale gli veniva intimato il pagamento di una sanzione pari a circa 230 euro solo per non aver pagato, al momento in cui gli era stata recapitata la “busta verde”, un importo di poco più di 10 euro.

L’automobilista, pertanto, ricorreva al Giudice di Pace affinché gli venisse annullato tale “avviso” sulla base di due argomentazioni:

- Il cds si riferisce alla sola sanzione pecuniaria amministrativa senza far alcun riferimento alle spese di notifica, le quali possono essere richieste a parte dai Comuni;

- Il cds al comma 4 dell'articolo 201 dice: «Le spese di accertamento e di notificazione sono poste a carico di chi è tenuto al pagamento della sanzione amministrativa pecuniaria». Appare pertanto chiara la differenziazione fra i termini "sanzione" e "spese di notificazione".

Il Giudice, con la propria sentenza del 2017, stabilisce che anche nel caso in cui si è provveduto al pagamento della multa senza le spese di notifica, l’obbligazione derivante dalla contravvenzione deve ritenersi estinta perché il Legislatore ha differenziato gli importi per la sanzioni e le spese di notifica; il Comune quindi, non poteva richiedere una sanzione solo per il mancato pagamento di tali spese. Pertanto, l’”avviso” di pagamento di 230 euro veniva annullato.

Pubblicato il 25/05/2019  Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto, noi compriamo auto, rottamare, rottamazione, usata, chilometrata, veicoli, macchina

Stampa Email

Verso l'introduzione del Nuovo Codice della Strada: sospensione della patente se si utilizza il cellulare alla guida

 
 
Attualmente il secondo comma dell'art. 173 del Codice della strada prevede che chi utilizza il cellulare alla guida - o più in generale "apparecchi radiotelefonici" - sarà soggetto al pagamento di una sanzione amministrativa da € 160 a € 646. Nel caso in cui lo stesso soggetto commetta la medesima violazione entro due anni dalla prima infrazione, verrà applicata la sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi. 
Il nuovo codice della strada, tuttavia, potrebbe prevedere delle novità su tale fronte: viene introdotto, infatti, il divieto di uso di "smartphone, computer portatili, notebook, tablet e dispositivi analoghi che comportino anche solo temporaneamente l'allontanamento delle mani dal volante" prevedendo contestualmente un innalzamento della prima sanzione pecuniaria da € 422 a € 1.697 con la sanzione accessoria della sospensione della patente da 7 giorni a 2 mesi. Nel caso in cui il trasgressore compia la medesima violazione nell'arco di un biennio, oltre alla sanzione pecuniaria, si aggiunge la già prevista sanzione accessoria della sospensione della patente da uno a tre mesi. Viene, inoltre, innalzata anche al decurtazione dei punti: da 5 a 10 punti.
Per ora, non è stata prevista alcuna possibilità di ritiro della patente in tale ipotesi.
 
Pubblicato il 18/05/2019 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto, noi compriamo auto, rottamare, rottamazione, usata, chilometrata, veicoli, macchina

Stampa Email

Rottamazione del vostro veicolo tramite il nostro partner

   Nuova Autodemolizione Destro di PEIPED s.r.l.

Via del Lavoro 14 -40061- Minerbio (Bologna)

Autodemolizione Gratis* per veicoli di nessun valore commerciale

* escluso spese PRA circa €70,00 unatantum e 30 km da sede

 

AUTOMULTISERVICE s.a.s.

Unita Locale : Via del Lavoro 14 -40061- Minerbio (BO)

Sede Legale : Viale dell'Industria 23/b -35129- Padova (PD)

P.iva 04704900283  info@automultiservice.it   338.7487.512 ** 347.6136.120

Note legali     Condizioni d'uso e presa visione informativa    Privacy clienti/fornitori   Privacy Informativa UE 2016/679  Contatti