Tutor: i controlli riprendono nelle giornate da "bollino rosso"

 

 

La sentenza della Corte d’Appello di Roma – emessa lo scorso aprile – aveva condannato la società Autostrade per l’Italia di spegnere quegli apparecchi volti al controllo della velocità ossia i nuovi tutor denominati SICVe-PM (“Sistema Informativo per il Controllo Velocità con sistema Plate Matching”); tuttavia dopo poco più di tre mesi di stop, la polizia stradale riaccende gli apparecchi proprio nei giorni in cui si prevede un enorme afflusso di traffico.

Il sistema SICVe-PM consente, sostanzialmente, un miglior controllo della velocità, la scansione delle targhe dei veicoli colti nell’infrazione nonché una trasmissione dei dati più rapida. Con il precedente sistema, infatti, circa il 4% dei rilevamenti venivano “scartati” proprio a causa della difficoltà di risalire alle targhe dei veicoli in quanto sporche, rovinate o sbiadite.

Nelle giornate da “bollino rosso” si prevede, pertanto, un notevole aumento dei controlli da parte della polizia stradale soprattutto nei weekend di agosto, nel periodo di Ferragosto nonché nella prima settimana di settembre.

Pubblicato il 04/08/2018 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto

Stampa Email

Bambini in auto: al via gli interventi per rendere obbligatori i sistemi antiabbandono

 

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato, circa una settimana fa, l’adozione di un provvedimento governativo per rendere obbligatoria l’adozione di sistemi antiabbandono all’interno delle automobili. In un contesto culturale come il nostro dove la disattenzione gioca un ruolo importante, si è ritenuto doveroso adottare tutti quei sistemi volti a evitare futuri drammi per un’intera famiglia. Per evitare ciò, il Ministro ha già proposto una serie di soluzioni, tra le quali l’installazione di un sensore all’interno del seggiolino collegato alla chiave del veicolo o al cellulare prevedendo, inoltre, una detrazione fiscale in seguito all’obbligo stesso. Va precisato che i sistemi antiabbandono sono già previsti all’interno di automobili (in particolar modo delle marche Nissan e Hyundai) per ora riservate al solo mercato statunitense. In Italia, tuttavia, sono già entrati in commercio i primi seggiolini con sensore antiabbandono integrato o, in alternativa, vi è la possibilità di scaricare le app apposite direttamente sullo smartphone.

Pubblicato il 21/07/2018 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto

Stampa Email

Città diverse, regole uguali per tutte

 

Chi, per questioni lavorative o di piacere, si sposta in altre città italiane lo sa bene: in ognuna vigono regole diverse relative ai divieti di circolazione per auto diesel, divieti di transito entro certi orari nelle zone Ztl ecc. Ciò, tuttavia, costituisce un problema serio in quanto ogni amministrazione comunale detta proprie regole a discapito degli stessi cittadini, regole che, come detto poco fa, sono diverse da città a città. A Milano, ad esempio, vige il divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 0,1,2 e 3 nei giorni feriali mentre Roma, si è posta l’obiettivo di eliminare del tutto le auto a gasolio dal 2024.

Soltanto da poco tempo ci si è resi conto che non si può più continuare in questo modo, chiedendo, di conseguenza, leggi uguali per tutte le città italiane. Portavoce di tale richiesta è la sindaca di Torino la quale chiede che sia lo stesso governo a dettare interventi normativi applicabili a tutte le città, in modo che gli stessi cittadini siano consapevoli delle regole vigenti all’interno delle aree metropolitane e delle zone a traffico limitato.

La sindaca, in particolare, chiede uniformità di orari e dei sistemi di accesso, nonché stessi divieti per le medesime categorie di veicoli. Se ciò venisse attuato, costituirebbe un enorme passo in avanti sia per le amministrazioni comunali sia per la stessa mobilità automobilistica. Non resta quindi che attendere un intervento del governo in tal senso.

Pubblicato il 15/07/2018 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto

Stampa Email

Targa prova: ancora dubbi sul suo utilizzo

 

La targa prova consiste in una autorizzazione alla circolazione rilasciata dalla stessa Motorizzazione nonché in una assicurazione Rc per eventuali danni provocati dalla circolazione su strada. Ad oggi, tuttavia, la sua disciplina non è del tutto chiara. Da una parte, infatti, abbiamo il Ministro dell’Interno il quale è assolutamente contrario al suo utilizzo su veicoli immatricolati ma privi di assicurazione, dall’altra parte vi è il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti il quale rimane favorevole alla prassi ormai consolidata, ossia, quella per cui gli operatori del settore possano far circolare le autovetture, grazie alla copertura Rc per movimentare automobili ritirate in permuta. Il problema nasce sostanzialmente da un parere inviato alla prefettura di Arezzo il quale stabilisce che la targa prova può essere utilizzata esclusivamente su veicoli ancora da immatricolare, con la conseguenza che le multe, a discapito di chi utilizza la targa prova, iniziano a moltiplicarsi. In seguito alla disciplina che, così delineata, appare molto contraddittoria, si stabilisce come dovrà essere evitata qualunque sanzione per coloro che operano secondo la prassi ormai consolidata che consente l’utilizzo di targhe prova anche su veicoli già immatricolati ma sprovvisti di copertura assicurativa. Ora non resta altro che attendere un decreto ad hoc ad opera del governo per chiarire, una volta per tutte, la situazione corrente.

Pubblicato il 06/07/2018compra veicoli incidentati,auto incidentate, auto incidente, auto incidentata, compra veicoli sinistrati, compra veicoli fusi, compra veicoli chilometrati, compra veicoli motori rotti, auto sinistrate, compravendita veicoli incidentati, acquisto di ricambi usati, veicoli con problemi meccanici, auto da demolire, auto compro, auto rotte, auto acquisto esportazione, acquisto imbottati, compro imbottati, esportazione auto, automobili scassati, auto scassate, moto scassate, rottamazione auto, compro auto sinistrate bologna, compro auto sinistrate ferrara, compro auto sinistrate modena, compro auto sinistrate imola, compro auto incidentate bologna, compro auto incidentate ferrara, compro auto incidentate imola, compro auto incidentate cesena, acquisto auto bologna, acquisto auto imole, acquisto auto cesena, acquisto auto fuse bologna, acquisto auto fuse ferrara, acquisto auto fuse imola, acquisto auto fuse padova, vendo auto incidenata, vendo auto sinistrata, vendo auto da demolire, acquisto vettura incidenatata, incidente, rottamare, veicolo fuori uso

Stampa Email

Revisione contachilometri: stop alle manomissioni

 

In seguito al crescente aumento del fenomeno dei “furbetti del contachilometri” la commissione Trasporti del Parlamento europeo ha invitato tutti gli Stati membri ad adottare misure idonee per contrastare tale problema che, secondo le ultime stime, provoca un danno economico all’intera UE tra i 5.6 e 9.6 miliardi di euro. Si richiede quindi, un intervento tempestivo del legislatore. Innanzitutto, si invitano gli Stati a registrare non solo le letture obbligatorie del contachilometri nel momento della revisione, ma anche ad ogni ispezione, tagliando, manutenzione e riparazione, cosa che accade già in alcuni paesi come Belgio e Olanda, i quali hanno ridotto in tempi brevissimi le relative frodi. Si sostiene, inoltre, debba essere previsto come reato non solo la manomissione del contachilometri, ma anche la fornitura di hardware e software per la manipolazione dei dati. In secondo luogo, si ritiene debba esservi un’azione adeguata anche in campo tecnologico: applicare alle auto dispositivi in grado di evitare ogni forma di manomissione, dispositivi che assicurano i parlamentari, avrebbero un costo davvero irrisorio.

Pubblicato il 30/06/2018 Automultiservice sas Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna)

Stampa Email

Rottamazione del vostro veicolo tramite il nostro partner

   Nuova Autodemolizione Destro di PEIPED s.r.l.

Via del Lavoro 14 -40061- Minerbio (Bologna)

Autodemolizione Gratis* per veicoli di nessun valore commerciale

* escluso spese PRA circa €70,00 unatantum e 30 km da sede

 

AUTOMULTISERVICE s.a.s.

Unita Locale : Via del Lavoro 14 -40061- Minerbio (BO)

Sede Legale : Viale dell'Industria 23/b -35129- Padova (PD)

P.Iva 04704900283  info@automultiservice.it   338.748.7512 * 338.726.5091 * 347.6136.120

Note legali     Condizioni d'uso e presa visione informativa    Privacy clienti/fornitori   Privacy Informativa UE 2016/679  Contatti