Bambini in auto: al via gli interventi per rendere obbligatori i sistemi antiabbandono

 

Il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ha annunciato, circa una settimana fa, l’adozione di un provvedimento governativo per rendere obbligatoria l’adozione di sistemi antiabbandono all’interno delle automobili. In un contesto culturale come il nostro dove la disattenzione gioca un ruolo importante, si è ritenuto doveroso adottare tutti quei sistemi volti a evitare futuri drammi per un’intera famiglia. Per evitare ciò, il Ministro ha già proposto una serie di soluzioni, tra le quali l’installazione di un sensore all’interno del seggiolino collegato alla chiave del veicolo o al cellulare prevedendo, inoltre, una detrazione fiscale in seguito all’obbligo stesso. Va precisato che i sistemi antiabbandono sono già previsti all’interno di automobili (in particolar modo delle marche Nissan e Hyundai) per ora riservate al solo mercato statunitense. In Italia, tuttavia, sono già entrati in commercio i primi seggiolini con sensore antiabbandono integrato o, in alternativa, vi è la possibilità di scaricare le app apposite direttamente sullo smartphone.

Pubblicato il 21/07/2018 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto

StampaEmail

Città diverse, regole uguali per tutte

 

Chi, per questioni lavorative o di piacere, si sposta in altre città italiane lo sa bene: in ognuna vigono regole diverse relative ai divieti di circolazione per auto diesel, divieti di transito entro certi orari nelle zone Ztl ecc. Ciò, tuttavia, costituisce un problema serio in quanto ogni amministrazione comunale detta proprie regole a discapito degli stessi cittadini, regole che, come detto poco fa, sono diverse da città a città. A Milano, ad esempio, vige il divieto di circolazione per i veicoli diesel Euro 0,1,2 e 3 nei giorni feriali mentre Roma, si è posta l’obiettivo di eliminare del tutto le auto a gasolio dal 2024.

Soltanto da poco tempo ci si è resi conto che non si può più continuare in questo modo, chiedendo, di conseguenza, leggi uguali per tutte le città italiane. Portavoce di tale richiesta è la sindaca di Torino la quale chiede che sia lo stesso governo a dettare interventi normativi applicabili a tutte le città, in modo che gli stessi cittadini siano consapevoli delle regole vigenti all’interno delle aree metropolitane e delle zone a traffico limitato.

La sindaca, in particolare, chiede uniformità di orari e dei sistemi di accesso, nonché stessi divieti per le medesime categorie di veicoli. Se ciò venisse attuato, costituirebbe un enorme passo in avanti sia per le amministrazioni comunali sia per la stessa mobilità automobilistica. Non resta quindi che attendere un intervento del governo in tal senso.

Pubblicato il 15/07/2018 Automultiservice sas, Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna) compriamo, auto, veicoli, macchina, incidentata, problemi, Bologna, vendita, auto

StampaEmail

Targa prova: ancora dubbi sul suo utilizzo

 

La targa prova consiste in una autorizzazione alla circolazione rilasciata dalla stessa Motorizzazione nonché in una assicurazione Rc per eventuali danni provocati dalla circolazione su strada. Ad oggi, tuttavia, la sua disciplina non è del tutto chiara. Da una parte, infatti, abbiamo il Ministro dell’Interno il quale è assolutamente contrario al suo utilizzo su veicoli immatricolati ma privi di assicurazione, dall’altra parte vi è il Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti il quale rimane favorevole alla prassi ormai consolidata, ossia, quella per cui gli operatori del settore possano far circolare le autovetture, grazie alla copertura Rc per movimentare automobili ritirate in permuta. Il problema nasce sostanzialmente da un parere inviato alla prefettura di Arezzo il quale stabilisce che la targa prova può essere utilizzata esclusivamente su veicoli ancora da immatricolare, con la conseguenza che le multe, a discapito di chi utilizza la targa prova, iniziano a moltiplicarsi. In seguito alla disciplina che, così delineata, appare molto contraddittoria, si stabilisce come dovrà essere evitata qualunque sanzione per coloro che operano secondo la prassi ormai consolidata che consente l’utilizzo di targhe prova anche su veicoli già immatricolati ma sprovvisti di copertura assicurativa. Ora non resta altro che attendere un decreto ad hoc ad opera del governo per chiarire, una volta per tutte, la situazione corrente.

Pubblicato il 06/07/2018compra veicoli incidentati,auto incidentate, auto incidente, auto incidentata, compra veicoli sinistrati, compra veicoli fusi, compra veicoli chilometrati, compra veicoli motori rotti, auto sinistrate, compravendita veicoli incidentati, acquisto di ricambi usati, veicoli con problemi meccanici, auto da demolire, auto compro, auto rotte, auto acquisto esportazione, acquisto imbottati, compro imbottati, esportazione auto, automobili scassati, auto scassate, moto scassate, rottamazione auto, compro auto sinistrate bologna, compro auto sinistrate ferrara, compro auto sinistrate modena, compro auto sinistrate imola, compro auto incidentate bologna, compro auto incidentate ferrara, compro auto incidentate imola, compro auto incidentate cesena, acquisto auto bologna, acquisto auto imole, acquisto auto cesena, acquisto auto fuse bologna, acquisto auto fuse ferrara, acquisto auto fuse imola, acquisto auto fuse padova, vendo auto incidenata, vendo auto sinistrata, vendo auto da demolire, acquisto vettura incidenatata, incidente, rottamare, veicolo fuori uso

StampaEmail

Revisione contachilometri: stop alle manomissioni

 

In seguito al crescente aumento del fenomeno dei “furbetti del contachilometri” la commissione Trasporti del Parlamento europeo ha invitato tutti gli Stati membri ad adottare misure idonee per contrastare tale problema che, secondo le ultime stime, provoca un danno economico all’intera UE tra i 5.6 e 9.6 miliardi di euro. Si richiede quindi, un intervento tempestivo del legislatore. Innanzitutto, si invitano gli Stati a registrare non solo le letture obbligatorie del contachilometri nel momento della revisione, ma anche ad ogni ispezione, tagliando, manutenzione e riparazione, cosa che accade già in alcuni paesi come Belgio e Olanda, i quali hanno ridotto in tempi brevissimi le relative frodi. Si sostiene, inoltre, debba essere previsto come reato non solo la manomissione del contachilometri, ma anche la fornitura di hardware e software per la manipolazione dei dati. In secondo luogo, si ritiene debba esservi un’azione adeguata anche in campo tecnologico: applicare alle auto dispositivi in grado di evitare ogni forma di manomissione, dispositivi che assicurano i parlamentari, avrebbero un costo davvero irrisorio.

Pubblicato il 30/06/2018 Automultiservice sas Acquistiamo autoveicoli, incidentati, fusi, chilometrati, con problemi meccanici, Minerbio (Bologna)

StampaEmail

Auto senza assicurazione: in Italia sono 2.9 milioni

Per l’Ania – associazione nazionale fra le imprese assicuratrici – i numeri parlano chiaro: nel biennio 2016-2017 i veicoli che hanno circolato senza assicurazione erano 2.9 milioni, in media un auto ogni 15. La stima si basa principalmente sugli accertamenti effettuati dalle forze di polizia e tiene conto di molteplici fattori come ad esempio il caso di automobili non in possesso di copertura assicurativa ma che devono considerarsi in regola, qualora sottoposte a fermi amministrativi o provvedimenti giudiziari, oppure qualora vi sia la sospensione della polizza o la stipulazione di una temporanea.

Il problema divide ancora una volta l’Italia, si evince, secondo gli ultimi dati presentati dal Ministero delle Infrastrutture e Trasporti, come le regioni “più virtuose” siano il Trentino Alto Adige, il Friuli-Venezia Giulia e il Veneto con una media dell’11% di auto non assicurate e revisionate, mentre le regioni quali: la Sicilia, Calabria e Campania hanno una media del 32% di auto immatricolate ma non in regola con le norme per circolare.

Si tratta, in particolare, di una situazione che può individuare le sue “origini” in alcuni fattori: in primo luogo, c’è da considerare la bassa probabilità di imbattersi in un controllo di polizia o di apparecchiature automatiche omologate (come ad esempio le telecamere ai varchi delle zone ztl o gli autovelox mobili e fissi), in secondo luogo, si deve considerare l’esiguità della sanzione pecuniaria: 849€, che possono scendere a 594€ se si paga entro cinque giorni o 212€ se si attiva la polizza nei successivi 15 giorni ai 15 giorni di tolleranza dopo la scadenza della stessa. Si evince come la sanzione non è per nulla severa e come la confisca del veicolo, che rappresenterebbe un valido deterrente, non è prevista.    

Pubblicato il 18/06/2018

StampaEmail



AUTOMULTISERVICE sas usa i cookies per poter configurare in modo ottimale e migliorare costantemente le sue pagine web.

Continuando ad utilizzare il sito Internet fornite il vostro consenso all'utilizzo dei cookies Per saperne di piu'

Approvo

INFORMATIVA COOKIES

Per cookies e s'intende un elemento testuale che viene inserito nel disco fisso di un computer o altro dispositivo dal fornitore del servizio on line ai visitatori del sito  internet . I cookie possono raccogliere informazioni sulle abitudini dei visitatori circa l'utilizzo del suddetto sito Internet, registrando le attività del loro computer o di altro dispositivo riguardo il suddetto sito, per esempio quando si tratta di fare degli acquisti.
Automultiservice s.a.s.  utilizza i cookies solo ed esclusivamente per gestire il sito internet www.automultiservice.it e per raccogliere dati che permettono di migliorare i servizi offerto. Non possiamo identificare i visitatori in quanto individui attraverso i cookie generati quando visitano unicamente uno dei nostri siti.
I cookies hanno la funzione di consentire l’accesso alla fornitura del servizio funzionando come filtri di sicurezza e di consentire alle applicazioni Web di inviare informazioni a singoli utenti.
Il portale, per ragioni strettamente tecniche di sicurezza informatica, fa uso delle seguenti tipologie di cookies:

  • sessione  e proprietari, cancellati dal vostro browser alla chiusura, registrando  l'indirizzo IP dei visitatori che accedono a questa pagina
  • di terze parti (google analytics) per misurare le statistiche di accesso al presente portale

Non viene fatto uso di cookies per la trasmissione di informazioni di carattere personale, né vengono utilizzati sistemi per il tracciamento degli utenti.
I c.d. cookies utilizzati in questi siti evitano il ricorso ad altre tecniche informatiche potenzialmente pregiudizievoli per la riservatezza della navigazione degli utenti e non consentono l’acquisizione di dati personali identificativi dell’utente.
Maggiori  informazioni sui cookies utilizzati
Quando si visita il presente sito, possono essere introdotti nel computer o altro dispositivo i quattro seguenti tipi di cookie: cookie proprietari (di prima parte), cookie di terze parti, cookie di sessione e cookie persistenti.

Cookie proprietari (di prima parte)
I cookie proprietari (di prima parte) sono cookie che vengono salvati direttamente nel computer o altro dispositivo. Possono includere cookie come quelli di sessione e i cookie persistenti (descritti oltre). Utilizziamo i cookie proprietari (di prima parte) per seguire i movimenti effettuati dal computer o altro dispositivo del visitatore consultando uno dei nostri siti, per esempio per scopi di  analisi.
Cookie di terze parti
I cookie di terze parti sono cookie gestiti da terze parti che possono raccogliere e tracciare alcuni dati di navigazione. Il presente sito utilizza il servizio di Google Analytcs (descritti ind ati di navigazione e statistici raccolti da terze parti)
Cookie di sessione
La durata che intercorre tra il momento in cui si apre il browser Internet e il momento in cui lo si chiude si chiama sessione di navigazione. I cookie di sessione sono cookie memorizzati nel computer o altro dispositivo del visitatore nel corso di una sessione di navigazione, ma che scadono e sono normalmente eliminati alla fine di una sessione di navigazione.
Cookie persistenti
I cookie persistenti sono cookie memorizzati nel computer o altro dispositivo del visitatore nel corso di una sessione di navigazione, ma che restano nel computer o altro dispositivo dopo la fine della suddetta sessione di navigazione (es registrazione della password). I cookie persistenti permettono ai nostri siti di riconoscere il computer o altro dispositivo del visitatore quando è utilizzato per accedere di nuovo a uno dei nostri siti, dopo la fine di una sessione di navigazione e all'inizio di una nuova sessione di navigazione, essenzialmente per aiutare il visitatore a riconnettersi rapidamente al nostro sito

DATI DI NAVIGAZIONE E STATISTICI RACCOLTI DA TERZE PARTI
Come ormai consuetudine in Internet, questo sito utilizza strumenti di analisi statistica erogati e gestiti da terze parti che possono raccogliere e “tracciare” alcuni dati di navigazione.
E’ bene sottolineare che moltissimi siti italiani e stranieri fanno normalmente uso di tali tecnologie e soluzioni in “outsourcing”, ma sono ben pochi coloro che lo segnalano nelle loro “Informative Privacy”. Noi abbiamo cercato di farlo e di informarvi nel modo più corretto e trasparente possibile: siamo comunque sempre a vs. disposizione per eventuali informazioni o ulteriori chiarimenti.
Essendo raccolti da strumenti ed Aziende diverse rispetto al gestore del sito, tali dati non sono fisicamente in possesso di  Automultiservice s.a.s.che può utilizzarli solamente in consultazione, ma non ha possibilità di modificarli o cancellarli autonomamente. Per tali operazioni e per conoscere approfonditamente la privacy policy applicata a tali dati è necessario che l’utente si rivolga direttamente al Titolare, ovvero all’Azienda che eroga direttamente il servizio statistico utilizzato.
Gli strumenti appartenenti a terze parti utilizzati all’interno di questo sito sono i seguenti:
- Google Analytics (erogato da: Google Inc. 1600 Amphitheatre Parkway - Mountain View CA 94043, USA)

INFORMAZIONI RELATIVE A GOOGLE ANALYTICS
Questo sito web utilizza Google Analytics, un servizio di analisi web fornito da Google, Inc. ("Google"). Google Analytics utilizza dei "cookies", che sono file di testo che vengono depositati sul Vostro computer per consentire al sito web di analizzare come gli utenti utilizzano il sito. Le informazioni generate dal cookie sull'utilizzo del sito web da parte Vostra (compreso il Vostro indirizzo IP) verranno trasmesse a, e depositate presso i server di Google negli Stati Uniti. Google utilizzerà queste informazioni allo scopo di tracciare e esaminare il Vostro utilizzo del sito web, compilare report sulle attività del sito web per gli operatori del sito web e fornire altri servizi relativi alle attività del sito web e all'utilizzo di Internet. Google può anche trasferire queste informazioni a terzi ove ciò sia imposto dalla legge o laddove tali terzi trattino le suddette informazioni per conto di Google. Google non assocerà il vostro indirizzo IP a nessun altro dato posseduto da Google. Potete rifiutarvi di usare i cookies selezionando l'impostazione appropriata sul vostro browser, ma ciò potrebbe impedirvi di utilizzare tutte le funzionalità di questo sito web. Utilizzando il presente sito web, voi acconsentite al trattamento dei Vostri dati da parte di Google per le modalità e i fini sopraindicati. Indirizzi utili ai fini di meglio comprendere la privacy policy di Google Analytics:
- http://www.google.it/analytics/terms/it.html
- http://www.google.com/privacypolicy.html
Eventuali richieste relative ai dati inerente a questo trattamento essere rivolte al Titolare (Google Inc.).

Maggior informazioni sul trattamento dati sono disponibili all' indirizzo web: www.automultiservice.it/privacy

 

Per qualsiasi informazione può scrivere, all’indirizzo info[@]automultiservice.it o ad Automultiservice, Via Del Lavoro, 14 - 40061 - Minerbio  (BO).