ETICHETTA EUROPEA

Dal 1 novembre 2012 è entrata in vigore l'etichettatura europea dei pneumatici,  è obbligatoria per tutti i pneumatici nuovi fabbricati a partire dal 1 luglio 2012.

Che cos'è

Permette d'avere informazioni  sul consumo di carburante, le caratteristiche su fondo umido e livello acustico del pneumatico.

Come si legge

       Risparmio di carburante ed emissioni di CO²             

 

indica il livello di resistenza del battistrada al rotolamento, la scala di valutazione varia da A (il meno dispendioso) a G (il più dispendioso).

Ogni fascia rappresenta un risparmio di energia che si posiziona tra 0,10 e 0,15 l/100 km, il che può significare un risparmio di circa del 7,5 % tra un pneumatico classificato G e uno classificato A, ovvero circa 75 litri di carburante in meno per una distanza annua di 15.000 km (su una base di 1,55 €/l, cioè un risparmio di +115 €).

 

Aderenza su fondo bagnato   

 

           indica le prestazioni di frenata su fondo bagnato, la scala di valutazione varia da A (la distanza di frenata più corta) a G (frenata più lunga).
 

Questo criterio viene calcolato in base alla capacità del pneumatico di arrestare il veicolo che circola ad una velocità di 80km/h.
La differenza tra una fascia e l'altra corrisponde alla lunghezza di una a due automobili (ovvero da 3 a 6 metri circa). Le distanze di frenata aumentano vistosamente per i pneumatici con una lettera di valutazione elevata.
Valore di base ai fini della valutazione.

 dal 01/11/2014 i pneumatici con indici F e G non saranno più in vendita
 

 

 

Rumore del rotolamento 

Stampa